marocco
22 maggio 2019
Dal 14 al 22 giugno Fès - Festival de Musiques Sacrées du Monde
Marocco news Un quarto di secolo dalla prima edizione del Festival che ha contribuito negli anni al dialogo tra culture e religioni e all'apertura, allo spirito di tolleranza e d’accoglienza del Marocco.

Sotto il patrocinio di Sua Maestà il Re Mohammed VI, il Festival della Musica Sacra di Fès fa parte della tradizione artistica e spirituale della città e nel 2001 è stato designato dalle Nazioni Unite come uno dei principali eventi che contribuiscono al dialogo tra le civiltà.

L’edizione di quest’anno dal tema “Fès, convergenza di culture” sarà un omaggio a quell’umanità itinerante che nel corso della storia ha reso la città imperiale un crocevia di civiltà. L'edizione del 2019 avrà inoltre un'aura eccezionale poiché coincide con il 20° anno dell'intronizzazione di Sua Maestà il Re Mohammed VI.

Un programma musicale quindi ricchissimo che riunirà più di trenta paesi e musicisti tra cui Sami Yusuf ritenuto uno dei più grandi cantanti Sufi da Time Magazine, il libanese Marcel Khalife nominato “artista dell’UNESCO” e il cantante e politico senegalese Youssou N'Dour.

Il cartellone del Festival comprende inoltre l’emozionante esibizione dell'Orchestra Mondiale della Gioventù, simbolo di pace e dialogo con l'ensemble andaluso di Fès.

Ma il Festival è anche l’occasione per il pubblico per scoprire o riscoprire la bellezza e magia dei luoghi della medina di Fès, che negli ultimi anni ha beneficiato di un’importante opera di restauro e di rivalorizzazione, come l'imponente Piazza Bab Makina, dove un tempo si svolgevano le cerimonie ufficiali del Palazzo Reale, il Jardin Jnan Sbil, Dar Batha, Palais Glaoui, e Dar Adiyel.

Fès, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2001, è raggiungibile con voli diretti Ryanair da Orio al Serio, Pisa, Torino e Venezia-Treviso e da Roma Fiumicino con AirArabia che opera anche il collegamento interno Fès-Marrakech.

fesfestival.com/2019