marocco
15 aprile 2018
Fès, capitale della musica sacra e dell’antico sapere
Marocco news Il Festival di Musiche Sacre del Mondo di Fès da 24 anni contribuisce a mantenere vivo il dialogo con il sacro attraverso la musica come ponte tra religioni e cultura. Il Festival e Fès sono l’immagine della storia del Marocco; basta immergersi nei vicoli della sua medina per ritrovare tradizioni millenarie, valori di tolleranza e spiritualità. E nei corso dei secoli l’anima della città imperiale è rimasta immutata, come il patrimonio artistico nazionale dei suoi artigiani. E proprio per valorizzare questa ricca tradizione la medina di Fès è stata sottoposta ad un importante opera di restauro per riportarla all’antico splendore.
La tematica di questa edizione “Gli ancestrali saperi” è infatti un omaggio alla rinascita della città e della maestria dei suoi bottegai, artigiani e artisti.
E così Fès, luogo di scambi, incontri e commercio con il suo misticismo unico e riservato, si rigenera in occasione del Festival, tra i vicoli e le piazzette della medina.
Dal 22 al 30 giugno 2018 il Festival sarà quindi l’intesa tra l’eccezionale patrimonio artistico radicato nella spiritualità di Fès e le liturgie musicali contemporanee legate all’attualità. Un programma musicale denso di eventi che riunirà artisti provenienti da più di 20 paesi: da Goran Bregovic e le sue lettere a Sarajevo, al maestro Jordi Savall con il suo show '' Ibn Battuta, viaggiatore dell'Islam”, al gospel di Soweto, all’orchestra di Mtendeni Maulid di fino ai cantanti sufi del Senegal.
In contemporanea il forum, che si svolgerà dal 23 al 25 giugno, che vedrà la partecipazione di numerosi ricercatori, scrittori e filosofi che si confronteranno sul tema delle potenzialità dell’arte e della musica nella divulgazione della tolleranza.
Fès, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2001, è raggiungibile con voli diretti Ryanair da Orio al Serio e Pisa e da Roma Fiumicino con AirArabia che opera anche il collegamento interno Fès-Marrakech.



https://fesfestival.com